venerdì 4 luglio 2008

Maldicenze

E va beh, dite che sono malpensante, dite che sono invidiosa (ditelo pure), ma a me uno che a venticinque anni scrive il primo libro, lo pubblica con la Casa Editrice, viene messo in millemilluplice copia con cartonato a grandezza naturale nelle vetrine di tutte le librerie del globo terraqueo, viene candidato al premio strega e vince il premio Strega non me la conta giusta.

14 commenti:

Baol ha detto...

Sai come diceva Andreotti? "A pensar male si fa peccato ma raramente ci si sbaglia"

Alabama ha detto...

Sì ma uno laureato in fisica delle interazioni fondamentali e dottorando in fisica delle particelle dubito abbia velleità di arrampicata sociale nel mondo dell'editoria.
Magari è *solo* un genietto.
Ma il libro non lo conosco, magari fa schifo, in effetti. Boh.

Baol, ehm, ci andrei piano con le citazioni da mafiosi ;)

LB ha detto...

@baol: mi inquieta un po' quella citazione...

@alabama: il fatto è che il libro non fa schifo, però personalmente lo classificherei sotto la voce "promettente esordio". Da qui allo strega secondo me ce ne passa... ma sarò malpensante.

LB ha detto...

p.s. oggi in Italia tutti hanno velleità letterarie. Vai a capire perché!

Ellend ha detto...

io il libro non l'ho letto, invidio il venticinquenne, personalmente, anche per aver frequentato la scuola di Baricco.
(Che le scuole di scrittura non servono a un cavolo ma Baricco resta Baricco) che costa mezzo occhio della testa ad anno per due anni.

Ora io il libro, mi ripeto, non so com'è ma ho apprezzato molto chi ha scelto il titolo (che meriterebbe, si, anche lui, un premio)

LB ha detto...

@Ellend: ehm...allora mi sa che devi invidiare anche me...ma credimi, non è il caso.
Quanto al fatto che le scuole di scrittura non servono a un cavolo, beh, non sono d'accordo. credo che dedicherò un post all'argomento, prima o poi.

Ellend ha detto...

io dico che non servono nel senso
che forgiano, perfezionano, migliorano la materia prima quando c'è.
Però se la materia prima non ce l'hai non servono
e se ce ne hai abbastanza, potrebbero non servirti comunque ;o)

Hai presente il blogger Kaplan (kaplan.splinder.com)? Ecco, per me
è bravo, bravobravo

LB ha detto...

Beh, questo è ovvio, ma vale per tutte le arti. Solo che non ho mai sentito nessuno dire "il conservatorio/l'accademia di belle arti non serve a un cavolo".

Ellend ha detto...

E' vero, vale per tutte le arti ma non allo stesso livello.
Sarebbe interessante rilevare da un punto di vista puramente statistico quanti scrittori bravi hanno alle spalle una scuola di scrittura e quanti musicisti bravi non hanno alle spalle il conservatorio o un maestro di musica.

Calvino era Calvino che vuoi che gli servisse la scuola di scrittura: l'ha fatta lui, agli altri, la scuola di scrittura, con i suoi libri.

Detto cio' io non penso che non possa essere utile o interessante o perfezionante. Io stessa avessi tempo e modo e abitassi a Torino la frequenterei di corsa. Non la ritengo fondamentale, tutto qui.

Dea Walker ha detto...

Essendo stata compagniuccia di scuola di scrittura di LB, mi unisco a lei per sostenerne l'utilità. Sì, ci deve essere la sensibilità e una sorta di talento di base, ma anche tanto impegno, studio, tempo, ricerca, applicazione, pazienza: oggi, certi scrittori pare che neppure si rileggano dopo aver scritto.
Comunque, Ellend, fidati: si sopravvive benissimo anche senza aver conosciuto Baricco ;-)

LB ha detto...

@ellend: secondo me sarebbe più interessante rilevare da un punto di vista statistico quanti scrittori bravi hanno alle spalle parentele di peso. ma sono sempre malpensante! ;)

@Dea: secondo me si sopravvive anche meglio! ;)

Il dibattito comunque è interessante, direi che si merita un post. sarà fatto.

PaolaClara ha detto...

Io l'ho letto e non mi è sembrato davvero 'sto granchè, ma si sa che io coi premi Strega ho dei problemi... Me ne piacesse uno...

Anonimo ha detto...

rimembra amica L, è l'effetto Allevi aka "effetto nerd"...

Baol ha detto...

Oh sì...inquieta, il divo ne ha combinate di cose...ma quella frase è assolutamente vera...

@ alabama: Capo...ma proprio tu mi dici 'ste cose? :P