venerdì 21 settembre 2007

Dimenticavo

viviamo in un paese dove un onnipresente "critico musicale" scrive questa cosa su un autorevole settimanale spacciandola per la recensione di un disco:

"Se non fosse che Pete Doherty continua ad ammorbarci con la sua vita privata (il tira e molla con Kate Moss, la sua tossicodipendenza, gli arresti) questo sarebbe anche un buon disco. Ma il bicchiere è colmo. E di Pete ne abbiamo già abbastanza dai giornali di gossip."

(no, non c'è altro, non continua, è questa la recensione)

6 commenti:

man0lo ha detto...

voleva solo andare a dormire

Alabama ha detto...

mmmhh... ti dirò... a volte le apprezzo le rece fatte così... niente pippe e giri di parole, basta Doherty. Però sì, capisco l'urto di nervi. E cmq fai i nomiiii!! CHI e DOVEEE??? (L'Espresso?)
^____^
baci

Baol ha detto...

Ma se avesse scritto un lungo pippone sul disco non lo avrebbe comunque letto nessuno O_o

NonnoInutile ha detto...

Lo compro!
A proposito del post precedente: però il finale (amaro) giustifica la (triste) frase che ti viene più e più volte rivolta.
Un abbraccio...

LB ha detto...

@Manolo: anch'io certe volte vorrei solo andare a dormire...per sempre.

@Alabama: Io il nome l'avrei anche fatto, ma metti che il signor Luca Valtorta, che scrive sul Venerdì e su altri millemila giornali, lo leggeva e mi querelava?

@Baol: io le leggo...purtroppo

@Nonno: Infatti hanno ragione...la maggioranza ha sempre ragione. Purtroppo.

Rossella ha detto...

Quando la critica parla troppo bene di un film, di solito non lo vado a vedere!
Statisticamente sembra che funzioni!